Protesi di Ginocchio

Protesi di Ginocchio (PTG)

Quando un’articolazione è danneggiata per una qualsiasi patologia (degenerativa, infiammatoria, post-traumatica) ed un trattamento conservativo (medico, fisioterapico, ortesico) non è più in grado di controllare il dolore e la disfunzione é necessario ricorrere ad un trattamento chirurgico.

Protesi Ginocchio

Con la protesizzazione del ginocchio, le parti usurate o danneggiate dell’articolazione saranno sostituite con elementi artificiali (una parte metallica sul femore ed una di polietilene e metallo sulla tibia, mentre la rotula sarà sostituita a discrezione dell’operatore).

Il trattamento chirurgico è di norma riservato alle persone oltre i 65 anni anche se in casi selezionati è possibile eseguire questo tipo d’intervento a persone più giovani.

Le indicazioni all’intervento sono determinate dal dolore, se presente tutti i giorni, dalla deformità e dalla disabilità se limita il lavoro, le comuni attività quotidiane e le attività ricreative.

Un ginocchio artificiale non è un’articolazione normale anche se ben funzionante. L’intervento di artroprotesi può richiedere un secondo intervento (correlato a fenomeni di usura della protesi e/o altre patologie dell’osso circostante) in una percentuale di circa il 5-10% nei primi dieci anni dall’impianto. Se non sono presenti altre patologie permetterà un ritmo di vita normale ma dovranno essere abolite le attività che possono sovraccaricare il ginocchio operato.

protesi ginocchio dettaglioLa completa guarigione necessita di alcuni mesi ed è importante effettuare regolarmente gli esercizi imparati durante la riabilitazione e continuare la deambulazione. Il ritorno alle comuni attività avviene di norma dopo tre-sei mesi dall’intervento i controlli saranno a 30 gg dopo la dimissione (45 dopo l’intervento), a 3, 6 e 12 mesi dall’intervento ed infine ogni anno successivo (comunque su indicazione del medico).